Cenni storici

Rotary Piacenza - Novant’anni, e non sentirli.

Questo celebre motto si adatta perfettamente alla lunga storia del Rotary Piacenza, nella quale si esprime non soltanto una prestigiosa tradizione, iniziata nel 1926, ma anche uno spirito dinamico e progressista, sempre proiettato verso le sfide e gli orizzonti del Domani. Riassumere in queste poche pagine quasi un secolo di vita associativa, culturale e filantropica del Rotary Piacenza non è un’impresa da poco: le inevitabili esigenze di sintesi, rapportate ad un tema così vasto, inducono infatti alla possibilità di lacune ed omissioni, mentre il riepilogo delle note storiche rischia di cadere facilmente in una cronaca semplicistica e ripetitiva delle tante iniziative rotariane patrocinate dal club Piacenza, senza tuttavia coglierne le più profonde motivazioni etiche ed ideologiche. Per meglio comprendere le origini e le attività del primo Rotary piacentino, riconoscendone la vocazione autenticamente rivoluzionaria, è quindi opportuno analizzare le sue attività e i suoi obiettivi sullo sfondo del contesto storico, sociale e urbanistico di Piacenza entro i primi trent’anni del novecento: una città apparentemente arretrata e conservatrice, che cercava tuttavia di risvegliarsi da quattro secoli di torpore provinciale, e che proprio nello spirito rotariano seppe riconoscere una preziosa scintilla di rinnovamento.

Alcune significative immagini

Dott. Ferrario Giovan Battista Presidente Rotary Piacenza 1928-1931
1 luglio 1935 Rivista mensile Rotary Italia
Disinfezione del terreno e incremento produttivo
Articolo a firma del socio Giorgio Fioruzzi